Koinobori - Tondorosso

Vai ai contenuti

Menu principale:

Koinobori

Cultura > Società giapponese > Il giorno dei bambini

Koinobori 鯉幟

Durante la festa dei bambini, oltre alle miniature di armature esposte all'interno delle case e alle bambole vestite da guerrieri chiamate gogatsu ningyō 五月人形 (bambole del mese di maggio) o musha ningyo, 武者人形 (bambole di guerrieri), all'esterno vengono attaccati ad alte aste striscioni di stoffa a forma di carpa: i koinobori 鯉幟.



I koinobori sono un simbolo di forza e coraggio. Secondo un'antica leggenda cinese, le carpe che riescono a nuotare risalendo le forti correnti del Fiume Giallo e superando ogni tipo di ostacolo, diventeranno dei dragoni. Per questo motivo le carpe sono prese come simbolo di forza, coraggio e pazienza, necessari per realizzare importanti obiettivi.

I koinobori sono così issati nel cielo nella speranza che i bambini della famiglia crescano in buona salute e forti come le carpe di questa leggenda ed abbiano successo nella vita. Quando soffia il vento sembra proprio che delle carpe nuotino nel limpido cielo di maggio. Spesso, oltre agli aquiloni a forma di carpa, si vedono appesi anche grossi fili colorati.

All'incirca dal I al III secolo d.C., c'era la tradizione in Cina di appendere sui muri fili in 5 colori (goshiki, 五色) allo scopo di allontanare le influenze maligne. Si pensa che questa sia l'origine di questo tipo di koinobori.



La consuetudine di far volare questi aquiloni iniziò in Giappone durante il periodo Edo (1600-1868). Anche adesso si fanno volare insieme festoni a forma di carpa e festoni formati da strisce di cinque colori.

Torna ai contenuti | Torna al menu